Le Novità

 

VISITA AI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI DELLA VALLE D'AOSTA

Si è svolto la scorsa settimana un interessante viaggio di studio in Valle d’Aosta. Su invito dei vigili del fuoco volontari aostani, una delegazione di Ispettori accompagnati dal Presidente Flaim e Vicepresidente Dalmonego si è recata a Valtournenche (AO) ove si è svolto un incontro con gli amministratori locali ed il direttivo dell’Associazione valdostana dei vigili del fuoco volontari.

A dare il benvenuto alla delegazione trentina, guidata dal presidente dei volontari Alberto Flaim c’erano il Presidente dei volontari valdostani arch. Valerio Cappelletti, il vicepresidente Carradore, il sindaco e la giunta comunale di Valtournenche in rappresentanza di tutti i comuni della Valle d’Aosta  e l’assessore allo sviluppo economico del Comune di Aosta Patrizia Carradore e alcuni capi distaccamento dei VV.F. volontari.

Seppure le radici dei pompieri valdostani si fondino nei secoli, la nascita del “Corpo valdostano dei vigili del fuoco” avviene ufficialmente il 1° gennaio 2000, data di entrata in vigore di un'apposita legge regionale. Anche in Valle d'Aosta la secolare tradizione di solidarietà delle piccole comunità di montagna si perpetua ancora oggi grazie al personale volontario del Corpo valdostano dei vigili del fuoco: numerosi sono infatti i distaccamenti che hanno già festeggiato l'importante traguardo del secolo di vita. La presenza di 76 distaccamenti in 73 comuni dei 74 componenti la Regione Autonoma Valle d'Aosta, è la prova del radicamento di tale "servizio" all'interno di una popolazione che da sempre ha dovuto trovare in se stessa la forza per lottare e reagire alle avversità della vita e del vivere in montagna. 

NUOVA VESTE GRAFICA E CONTENUTI MULTIMEDIALI  NELLA RIVISTA IL POMPIERE DEL TRENTINO


A seguito della gara che ha visto l'affido della realizzazione della nostra rivista alla società di  comunicazione grafica Palma & Associati sas di Trento, abbiamo voluto rivisitare e rinnovare l'aspetto grafico adeguandolo ai nuovi canoni estetici delle riviste più diffuse, con lo scopo di ottenere un maggior effetto comunicativo. Sono stati inseriti  anche vari contributi multimediali raggiungibili con gli smartphone attraverso l'utilizzo del QR code. Il nuovo numero primavera-setate 2014, che ha una tiratura di tutto riguardo (ne sono state  stampate oltre 9.000 copie) è in corso di spedizione a tutti i nostri VV.F. volontari, amici e istituzioni. Anticipiamo qui solo la copertina per non togliervi la curiosità di sfogliare la rivista per intero.

ELETTO IL NUOVO ISPETTORE DEL DISTRETTO DI TRENTO


L'Assemblea distrettuale dell'Unione VV.F. volontari  di Trento riunita a Gardolo  il 28/07/2014 ha eletto a larghissima maggioranza il nuovo  ISPETTORE nella persona dell'Ing. GIACOMO DE SERO. Avrà il compito di coordinare i 41 Corpi del distretto più grande della provincia, che conta circa 1200 vigili del fuoco volontari. Prende il posto di Roberto Dalmonego che è stato recentemente nominato Vicepresidente della Federazione. m.d.

 

 

 

 

 


ASSEMBLEA PROVINCIALE DEI COMANDANTI

Si è svolta venerdì 4/7/2014 presso l’auditorium dell’Interporto di Trento,  l’Assemblea annuale dei Comandanti dei Corpi dei vigili del fuoco volontari del Trentino. Con la presentazione della relazione programmatica il Presidente Flaim ha tracciato gli obiettivi della nostra organizzazione per il 2015 che vedono la compagine del volontariato pompieristico in ottima salute con un forte impegno sul territorio provinciale ove i 237 Corpi comunali hanno  effettuato, nel corso del 2013, un totale di  25.412 interventi,  per un totale di 487.470 ore di attività. Molto incisivo è stato anche l’intervento dell’Assessore Mellarini che, portando i saluti della Giunta Provinciale e del Presidente Ugo Rossi, ha voluto dare risposte precise a questioni importanti per i nostri volontari. L’Assemblea è stata molto partecipata e dibattuta, numerosi e qualificati gli interventi. In particolare sono state ricorrenti  le domande poste su argomenti  di cui il Presidente Flaim ha fatto menzione nella relazione programmatica, ovvero relativamente alla  Centrale Unica, Elezione diretta del Presidente da parte dei Comandanti, acquisti centralizzati, visite mediche, DPI, ecc.  L’ Assemblea si è conclusa alle ore 1,00 con l’impegno del Presidente Flaim a convocane un’altra per completare la discussione delle mozioni (ne sono state presentate ben 11) che vista l’ora tarda sono state ritirate.

 

 

 

 


ALLIEVI VIGILI DEL FUOCO: SOLO UN HOBBY?

Echternach (L) 31/05/2014. Si è concluso il Simposio organizzato dalla Commissione internazionale CTIF allievi, avente come argomento principale di discussione il ruolo del vigile del fuoco allievo quale modello per la società. Con il tema principale "vigile del fuoco allievo solo un hobby?", vi erano anche altri temi associati, tutti molto attuali, quali la sicurezza domestica, l'importanza ed i rischi dei cosiddetti "social network" ed uno molto dibattuto sul ruolo dell'allievo quale figura da portare a modello verso i suoi coetanei e verso la società dove vive. Infine una proposta di certificazione del percorso formativo svolto dall'allievo all'interno del corpo di appartenenza, nell'ottica di ottenere una referenza autorevole ai fini di un futuro impiego nel mondo del lavoro.

Una ventina sono state le nazioni partecipanti. A rappresentare l'Italia era presente la delegazione trentina con gli Allievi Vittorio Ferrari del Corpo di  Calavino, Giulia Ravanelli di Cles, Sara Moreschini di Peio, accompagnati dagli Istruttori Tiziano Brunelli e Laura Galetti. Erano inoltre presenti Corrado Paoli e Mauro Donati quali membri della commissione IJLK. 

Alla fine della manifestazione vi è stato il passaggio di consegne tra il Presidente uscente JOS TOLL (lussemburghese) ed il nuovo Presidente (tedesco) Jorne Hendrick  Kuinke.

Presentati alla Federazione i  nuovi piani comunali di protezione civile

Trento 11/03/2014. Il dirigente Generale ing. Bertoldi, assieme al suo staff, hanno presentato agli Ispettori e al Presidente della Federazione le linee guida dei piani di protezione civile comunale che nei prossimi giorni l’Assessore competente dott. Tiziano Mellarini porterà in tutto il  Trentino per illustrarlo ai Sindaci e ai Comandanti dei vigili del fuoco volontari. La recente legge provinciale n. 9/2011 ne prevede l’attuazione, articolandoli  in piano provinciale, piani  comunali e di comunità. Il Piano di protezione civile  si occupa di definire  qual è  il sistema di protezione civile che opera su un determinato territorio e quali sono le risorse materiali e umane che sono  a disposizione per affrontare i pericoli ed i rischi esistenti su quel territorio. La legge 9/2011 stabilisce, anche, chi è il soggetto incaricato per l’adozione. Nel caso dei Comuni il piano è  redatto dal sindaco che si avvale del Comandante VV.F. volontari quale supporto tecnico  e viene quindi adottato dal Consiglio comunale.  Una bozza delle linee guida è qui scaricabile. m.d.

Pubblicazioni
Nessuna pubblicazione disponibile
Area Riservata