Le Novità

 

ASSEMBLEA STRAORDINARIA DEI COMANDANTI 2014 

Trento, 20/11/2014. Si è svolta ieri sera presso l'Auditorium comunale di Lavis l'Assemblea straordinaria dei Comandanti dei Corpi VV.F. volontari. L'argomento principale era la trattazione delle mozioni presentate dai distretti di Mezzolombardo, Cavalese e Cles su varie tematiche di tipo tecnico, organizzativo e statutario. Folta la partecipazione anche questa volta a dimostrazione dell’interesse dei nostri Comandanti a discutere sulle tematiche proposte.m.d.

Storie di ordinario Pericolo 

 

E’ uscito proprio in occasione del 150° di storia del vigili del fuoco del Trentino,  il libro  a fumetti “Storie di ordinario pericolo” una raccolta dei cartoons già pubblicati dagli anni 2000 ad oggi sul ns. Pompiere Junior. Il volume ha come filo conduttore la sicurezza negli ambienti domestici e propone ai più piccoli in modo divertente e facilmente comprensibile, alcune situazioni pericolose da evitare per salvaguardare  la propria ed altrui  incolumità. Un veicolo interessante e allegro per insegnare ai ragazzini la cultura della prevenzione e della sicurezza. Quello della sensibilizzazione alla sicurezza fin dalla tenera età è un obiettivo strategico per la Federazione sia per formare dei cittadini consapevoli, sia per stimolarli a far parte della nostra organizzazione. Il  libro è un ottimo regalo per bambini e ragazzi in età scolare.  Chi fosse interessato ad averne copia, si può rivolgere alla Federazione (costo € 12 cadauno). 

 

Cec-PEC

Comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino

 

I Comandanti potranno attivare (a loro nome) la posta elettronica certificata al fine di poter ricevere, come disposto dalla L.P. 9/2011, copia dei certificati di prevenzione incendi delle attività soggette presenti sul loro territorio. (clica qui per saperne di più)

I POMPIERI DEL TRENTINO:  150 ANNI DI STORIA

 

Trento, 21 settembre 2014. Un risultato oltre le aspettative della vigilia è stata la partecipazione dei vigili del fuoco volontari in servizio attivo, allievi, onorari e fuori servizio, in divisa da parata, da intervento o storica.

Circa un migliaio di volontari, ed un centinaio di permanenti ed i membri dell’Associazione nazionale provenienti dal Veneto,  hanno sfilato per le vie del contro storico  di Trento, per confluire in piazza Duomo dove il Sindaco Andreatta, il Presidente Ugo Rossi, il Presidente Flaim, il Dirigente Devigili e l’ing. Salvati hanno salutato dal palco delle autorità tutti i convenuti. (leggi il discorso del Presidente Flaim)

La sfilata era stata preceduta dalla S. Messa con l’Arcivescovo Mons. Bressan che durante l’omelia ha avuto parole di riconoscenza verso l’opera di soccorso e aiuto alla popolazione che giornalmente i nostri volontari svolgono a titolo completamente gratuito.

Grande apprezzamento è arrivato anche dalla migliaia di persone che, nel quartiere delle Albere, hanno visitato le ricche mostre storiche allestite dalle singole Unioni distrettuali, dimostrando se ce ne fosse bisogno, quanto profonde sono le radici dei Vigili del fuoco volontari nella storia e sul territorio trentino.

Forte richiamo ha avuto da parte dei più piccoli la manifestazione a loro dedicata con la Pompieropoli del Corpo di Cles insieme ai gonfiabili a tema dei pompieri di Lomazzo (CO). Anche il Presidente Rossi ha provato il brivido di salire sul Canadair.

Gli Allievi  dell’Unione di Trento hanno poi coinvolto centinaia di piccoli aspiranti pompieri nell’esperienza di un percorso ad ostacoli che richiama la manovra propedeutica del CTIF.

La manifestazione si è conclusa presso il palazzo della Albere con una rievocazione storica della vita di paese funestata da un improvviso incendio. E’ stata l’occasione per vedere in nostri volontari in divisa storica che con una vecchia pompa trainata da cavalli ed una scala spinta a mano giungeva  sul posto ed effettuava un attacco all’incendio sviluppatosi nel palazzo. Circa duemila spettatori hanno applaudito l'esibizione.

Il Presidente Flaim ed il Vicepresidente Dalmonego ringraziano  tutti i Comandanti, i Vigili,  gli Ispettori e gli uffici della Federazione che  hanno dato il massimo  per la buona riuscita dell’evento. m.d.

VISITA AI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI DELLA VALLE D'AOSTA


 

Si è svolto la scorsa settimana un interessante viaggio di studio in Valle d’Aosta. Su invito dei vigili del fuoco volontari aostani, una delegazione di Ispettori accompagnati dal Presidente Flaim e Vicepresidente Dalmonego si è recata a Valtournenche (AO) ove si è svolto un incontro con gli amministratori locali ed il direttivo dell’Associazione valdostana dei vigili del fuoco volontari.

A dare il benvenuto alla delegazione trentina, guidata dal presidente dei volontari Alberto Flaim c’erano il Presidente dei volontari valdostani arch. Valerio Cappelletti, il vicepresidente Carradore, il sindaco e la giunta comunale di Valtournenche in rappresentanza di tutti i comuni della Valle d’Aosta  e l’assessore allo sviluppo economico del Comune di Aosta Patrizia Carradore e alcuni capi distaccamento dei VV.F. volontari.

Seppure le radici dei pompieri valdostani si fondino nei secoli, la nascita del “Corpo valdostano dei vigili del fuoco” avviene ufficialmente il 1° gennaio 2000, data di entrata in vigore di un'apposita legge regionale. Anche in Valle d'Aosta la secolare tradizione di solidarietà delle piccole comunità di montagna si perpetua ancora oggi grazie al personale volontario del Corpo valdostano dei vigili del fuoco: numerosi sono infatti i distaccamenti che hanno già festeggiato l'importante traguardo del secolo di vita. La presenza di 76 distaccamenti in 73 comuni dei 74 componenti la Regione Autonoma Valle d'Aosta, è la prova del radicamento di tale "servizio" all'interno di una popolazione che da sempre ha dovuto trovare in se stessa la forza per lottare e reagire alle avversità della vita e del vivere in montagna.

 

Pubblicazioni
Nessuna pubblicazione disponibile
Area Riservata